Loading...
Visita Mola Casanova 2017-08-08T11:27:37+00:00

Cos’è MOLA CASANOVA

IlGreen Energy Park Mola Casanova è un antico mulino ad acqua che affianca la Centrale Idroelettrica sul Tevere. Ospita 3 piani di sale a tema tutte da scoprire e un Parco esterno attrezzato dove fanno da protagonisti gli impianti rinnovabili e il giardino immerso nel verde.

Le grandi sale dell’antico mulino, con strumenti antichi e allestimenti a tema, ti faranno respirare l’aria del passato e la vita dei mugnai.

Visitando la sala dell’energia e il Parco attrezzato esterno farai un salto nel futuro delle rinnovabili e ti potrai divertire con singolari macchine che sfruttano le leggi della fisica per produrre effetti simpatici ed interessanti.

La sala naturalistica espone gli animali più interessanti della zona, le specie vegetali più caratteristiche e le rocce che formano il nostro territorio. Chiedi l’aiuto di un operatore per usare i microscopi a disposizione.

Da non perdere è la mostra fotografica permanente “La riva del fiume” con foto d’epoca, dal 1900 ad oggi che illustrano l’evoluzione della vita lungo il Tevere.

PER LE SCUOLE

LA CENTRALE IDROELETTRICA

L’impianto è di proprietà del Comune di Umbertide è ad acqua fluente. Il salto è ricavato nel letto del Tevere grazie ad uno sbarramento in parte mobile con paratoie a settore ed in parte a briglia fissa. Le turbine utilizzate sono due di tipologia Kaplan ad asse verticale: una di 436 kW di potenza resa all’asse e una più piccola di 235kW di potenza. La centrale è funzionante da settembre 2005. L’energia media prodotta in un anno è di circa 2.820.000 kWh.

SCOPRI DI PIÙ

L’ANTICO MULINO AD ACQUA

Il mulino risale al 1.500 ed è stato funzionante fino agli anni ’60. Ieri, l’energia cinetica dell’acqua del fiume era utilizzata per girare le macine del mulino, oggi la stessa energia serve per produrre energia idroelettrica. La grande sala espositiva del piano terra e le suggestive sale tecniche del piano sottostante ti faranno entrare nel passato della vita dei mugnai scoprendo la storia delle famiglie che hanno animato il lungo Tevere.

SCOPRI DI PIÙ

IL POZZO GEOTERMICO

Il pozzo geotermico di Mola Casanova è profondo 90ml ed estrae acqua calda a  circa 37°C. Il pozzo, infatti, si trova in un punto di transizione fra il dominio crostale Adriatico e quello Tirrenico in cui la tettonica è ancora attiva e questo crea le condizioni adatte a portare fluidi molto profondi in superficie e spiega perché ci sia acqua calda a bassa profondità. Il pozzo è collegato all’impianto a pavimento di Mola Casanova rendendo il sistema di riscaldamento altamente sostenibile ed innovativo.

SCOPRI DI PIÙ

LA CELLA A COMBUSTIBILE

La cella a combustibile è il secondo prototipo realizzato dalla Fac. di Ingegneria dell’Università di Perugia, Dip. di Ingegneria Industriale. Funziona tramite il reforming del metano con l’acqua che ad alta temperatura (650 °c), forma Idrogeno che serve per produrre energia elettrica.

Mola Casanova ha un impianto di fitodepurazione che utilizza la Pyracantha come specie depurante. La fitodepurazione è un sistema di depurazione delle acque reflue (le acque sporche, usate per lo più per scopi civili, come lo scarico del bagno, del lavello). Questo sistema risulta essere una valida alternativa al collegamento con la fognatura pubblica in zone rurali e a tutti gli impianti di depurazione tradizionali. Nell’impianto di fitodepurazione vengono ricostruiti artificialmente gli ambienti umidi naturali in cui si sviluppano batteri in grado di depurare le acque. Nel sistema illustrato, le acque reflue scorrono sotto il livello del suolo in modo da non creare problemi di cattivi odori. Le acque che escono dall’impianto di fitodepurazione sono pulite e possono essere utilizzate per irrigare gli orti o i giardini, con conseguebte risparmio economico e ambientale.

L’impianto ibrido eolico-fotovoltaico è collegato ad un sistema di accumulo a batterie al gel. La pala eolica è di 1,5 kW mentre i pannelli fotovoltaici sono n.6 da 180W l’uno.

L’energia elettrica prodotta viene utilizzata, in parte, per ricaricare le batterie delle biciclette a pedalata assistita di Mola e in parte, per i servizi energetici della Direzione.